Michelangelo. Oltre il visibile.

Nell’ambito del progetto d’accessibilità della Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio, attraverso la ripresa fotogrammetrica e la stampa 3D della Tomba di Giulio II di Michelangelo, si è dato forma ad un percorso tattile per ipovedenti e non vedenti dal generale al particolare suddiviso in due parti: la prima caratterizzata da supporti esplicativi, pannelli con testi e planimetrie per orientarsi spazialmente nella Basilica, comprendere forme e dimensioni degli ambienti e conoscere la storia del luogo. La seconda dedicata ad un focus sul monumento michelangiolesco e in particolare alla statua del Mosè. Il visitatore può toccare tre modelli in scala: il plastico della tomba, la statua del Profeta biblico e il particolare del suo volto. Il laboratorio ha realizzato e curato la ripresa e riproduzione della facciata della tomba e della statua del Mosè