Tandem spinoff

In collaborazione con la Fondazione olandese OpenState e con i depositi archeologici del paese sono state realizzate una serie di acquisizioni fotogrammetriche con relativa apertura dei dati acquisiti; output finale del progetto è stata la stampa 3D di un cranio di donna del XIV sec. di origini frisoni. A tal fine sono state realizzate due stampe 3D: la prima in polvere di gesso rappresentante il reperto originale; la seconda, alla quale è stata ricostruita la mandibola, stampata in abs ed utilizzata per una ricostruzione cranio-facciale a cura della laureanda Virginia Cirilli. Le stampe sono state utilizzate all’interno di un percorso di storytelling che narra le vicende della donna.