Winckelmann. Il tesoro d’Antichità

Nell’ambito della mostra “Il Tesoro di Antichità” sono stati riprodotti alcuni ambienti dei Musei Capitolini di Roma per come dovevano presentarsi a metà del 1700: le sale al primo piano del Palazzo Nuovo – Sala del Galata, Salone, Sala dei Filosofi e Sala degli Imperatori – e l’atrio a pian terreno, assieme all’ambiente del Canopo oggi non più esistente, sono state modellate in base ad un’approfondita ricerca storico-artistica e le oltre ottanta opere, in parte oggi ai Musei Capitolini ed in parte ai Musei Vaticani, riprese mediante tecnica fotogrammetrica; è stato dunque successivamente un software per la gestione degli ambienti 3D e la navigazione delle sale attraverso totem e tablet installati in loco oltre la produzione di una app per i dispositivi dei visitatori.