Curriculum

Attività concluse

  • 02.05.14 – 07.06.14: rilievo fotogrammetrico di Porta Maggiore, Roma

I rilievi sono stati effettuati tramite fotogrammetria a mano libera in una giornata di pioggia con ripetuti cambi di luce al fine di testare la validità del metodo. I dati ottenuti sono stati trasformati elaborati partendo dalle nuvole di punti, quindi ripuliti, integrati e definiti nei dettagli. In ultimo sono stati resi interattivi.

  • 13.05.14 – 15.06.14: rilievo fotogrammetrico di reperti archeologici preistorici, Università Sapienza

Rilievo fotogrammetrico e restituzione tridimensionale di alcuni reperti di pertinenza alla cattedra di Preistoria e protostoria, prof.ssa M. Mussi.

  • 20.06.14 – 31.08.14: mostra “Siria: splendore e dramma”, Palazzo Venezia, Roma

Elaborazione di una statuina facente parte di uno stendardo regale rinvenuta nel palazzo reale di Ebla. Non avendo a disposizione l’oggetto in questione si è lavorato su delle vecchie immagini di repertorio pensate per un lavoro di archiviazione del ritrovamento e non per un’elaborazione tridimensionale; dopo aver scelto una decina di foto idonee all’elaborazione queste sono state lavorate tramite il software 123D Catch ottenendo un prodotto grezzo successivamente ripulito e definito nei dettagli.

  • 03.09.14 – 21.10.14: banca dati IGID, DigiLab

Creazione di una banca data interna al centro interdipartimentale DigiLab riguardante tutte le attività e i contatti del centro medesimo.

  • 01.12.14 – 22.01.15: rilievo fotogrammetrico di ambiente dei Mercati di Traiano, Roma

Rilievo fotogrammetrico di un ambiente dei Mercati di Traiano finalizzato alla ricostruzione 3D secondo due ipotesi diacroniche – età romana e rinascimentale – e alla valorizzazione dell’ambiente rilevato.

  • 02.12.14 – 20.01.15: corso di formazione SAP “Rilievo e Modellazione 3D”, Università Sapienza

Corso di 40 ore in cui gli studenti hanno appreso le tecniche base di rilevazione e modellazione 3D, applicando in un progetto finale le conoscenze acquisite: durante le attività sul campo presso il Museo dei Fori Imperiali e le ore in aula, si è spiegato come elaborare modelli tridimensionali partendo da dati reali, creare ambienti virtuali e produrre filmati ed immagini in 3D.

  • 15.12.14 – 17.12.14: “Ebla and Beyond”, Università Sapienza

Presentazione delle attività del laboratorio in collaborazione con la cattedra di Archeologia orientale, prof. Paolo Matthiae e prof.ssa Frances Pinnock: “3D reconstruction & virtual museum”

  • 30.03.15 – 03.04.15: XLIII Computer Applications and Quantitative Methods in Archaeology (CAA), Università di Siena

Presentazione del progetto “Ebla 3D” tramite poster interattivo e ipermediale, in collaborazione con la cattedra di Archeologia orientale, prof. Paolo Matthiae e prof.ssa Frances Pinnock

 

Attività in corso

  • Da 28.10.14: “Lucca Romana” e “Domus del Fanciullo su Delfino”, Lucca

Negli ultimi anni i numerosi ritrovamenti di resti di epoca romana portati alla luce nella lucchesia durante lavori di ristrutturazione in aree pubbliche, private, ecclesiastiche, hanno arricchito in modo considerevole il patrimonio dei Beni Culturali e ampliato l’offerta culturale-turistica, offrendo la possibilità di approfondire la conoscenza di una fase storica di oltre mille anni, finora poco conosciuta. Caso emblematico è la scoperta della Domus “Casa del Fanciullo sul Delfino” del I sec. a.C., portata alla luce nel 2012 nel centro della città di Lucca. Secondo il parere della Sovrintendenza dei Beni Archeologici della Toscana, la Domus rappresenta una testimonianza nodale per conoscere e per ricostruire la storia della città, e viene indicata come esempio da imitare. Per i motivi sopra indicati e per fare sì che la conoscenza della Storia e dell’Arte diventi sempre più patrimonio comune e sia fonte di progresso per l’intera società, si vuole dare vita ad un nuovo circuito virtuoso coinvolgendo le realtà del territorio e proponendo ai giovani avanzati percorsi formativi imperniati sui valori della nostra Storia, proiettati in chiave moderna verso scenari multidisciplinari e internazionali.

  • Da 15.11.14: progetto multidisciplinare “Rilevazione archeologica e modellazione 3D per un total world dell’Impero Romano”, DigiLab

Studio di fattibilità riguardo la creazione di un total world georeferenziato dell’Europa, in cui le istituzioni aderenti possono caricare modelli 3D relativi alla storia dell’Europa antica, creando degli interattivi navigabili per gli utenti della piattaforma. Gli utenti possono visualizzare le diverse interpretazioni ricostruttive dei modelli suscitando dibattiti e studi per il confronto degli stessi; inoltre, potranno essere implementati, nelle ricostruzioni, elementi di story-telling e dati analitici relativi ai singoli monumenti rappresentati con la tecnica dell’interattivo.

  • Da 15.01.15: Ebla 3D, Università Sapienza

In collaborazione con MAIS (Missione Archeologia Italiana in Siria) e la cattedra di Archeologia Orientale, prof. Paolo Matthiae, partendo dal progetto pilota della ricostruzione della cosiddetta Corte delle Udienze nella parte bassa del Palazzo Reale G dell’antico sito siriano di Ebla, si intende ricostruire l’intero sito nelle sue diverse fasi di vita. Unitamente alla digitalizzazione e metadatazione di materiali di archivio, si procederà all’analisi e alla realizzazione di diverse ipotesi ricostruttive, seguendo il principio dell’analogia e della verosimiglianza laddove i dati si presentano purtroppo lacunosi.

  • Da 30.01.15: progetto ASCRES, Università Sapienza

In sinergia con la cattedra di Storia medievale, fruendo dei fondi messi a disposizione dal premio Balzan, è in fase di realizzazione un database sui siti di culto della Sabina e del Reatino, enucleati nella loro articolazione storica, architettonica e cultuale. Al database si affianca un GIS e la restituzione tridimensionale di oggetti ed edifici votivi.

  • Da 01.02.15: progetto EXPOrtus, Call4Innovators per LazioInnova, Roma

In relazione all’EXPO 2015, è stato pensato un progetto per mostrare il forte legame tra alimenti e viabilità, il rapporto tra campagna e città, come tutto giungesse a Roma e di qui fosse distribuito nelle aree, le relazioni con il territorio regionale dove ancora oggi si ritrovano antichi saperi legati alla coltivazione: questi gli obiettivi del progetto EXPOrtus. L’intero mondo antico confluiva a Roma e nel Lazio attraverso le arterie di comunicazione, molte delle quali sopravvissero al crollo dell’Impero Romano. Tutto ciò è evidenziato dai testi giunti sino a noi: le ricette di Apicio, i ricettari medievali e rinascimentali, non solo altro che il punto finale delle vie del cibo. Grazie alla ricostruzione 3D del porto – grandioso punto di accesso a Roma – all’interattività virtuale con mezzi di trasporto e figure narranti delle varie epoche, ricorrendo a storytelling e a gamification, diviene possibile coinvolgere esperienzialmente con i 5 sensi l’utente di ogni età alla scoperta delle vie, degli alimenti antichi e delle storie ad essi connesse.

  • Da 12.04.15: progetto valorizzazione dell’area di Ostia e Fiumicino, DigiLab

In collaborazione con Touring Club e UniMarconi, si intende valorizzare il territorio investendo sulle realtà culturali e turistiche, facendole interagire con le infrastrutture già presenti: realizzare le necessarie sinergie tra reti è lo scopo primario per la costituzione di un volano capace sia di attirare visitatori nel territorio di Fiumicino e di Ostia Antica, agendo sui vettori da e per Roma, sia di coinvolgere la cittadinanza.

  • Da 15.04.15: incubazione progetto FoodNode, Università Sapienza

Nell’ambito del I challenge relativo all’iniziativa Europeana Food&Drink, si sta procedendo all’incubazione del progetto “FoodNode” al fine di svilupparne un’ipotesi di startup.

  • Da 28.04.15: attività di tirocinio, Museo Barracco, Roma

Attivazione di un tirocinio presso il laboratorio, finalizzato alla valorizzazione e comunicazione – tramite tecnologie digitali – della sezione di arte orientale presso il Museo Barracco.

  • Da 03.05.15: ricostruzione 3D Emporium, Roma

Realizzazione di un video promozionale per il progetto EXPOrtus, con ricostruzione 3D dell’area portuale commerciale di Roma localizzata in zona Testaccio.

 

Attività in fase di progettazione avanzata o avvio

  • Progetto VITAEE, capofila DigiLab

Il progetto VITAEE intende promuovere la costruzione di un network internazionale di archivi di teatro finalizzato ad approfondire il tema della trasmissione di una identità culturale attraverso i modi, i mestieri, l’arte del teatro. In particolare, a partire da importanti archivi della cultura teatrale europea (Archivio Franca Rame Dario Fo; Odin Theatret Archive; Grotowski Institute; Theatrical Archive in Athens) VITAEE intende realizzare un archivio dinamico e un museo virtuale multimediale europeo del patrimonio culturale, comprese le rappresentazioni 3D di oggetti fisici e digitali provenienti dai diversi archivi teatrali in Europa. L’obiettivo è arrivare ad attrarre pubblici diversi e accogliere patrimoni che, in linea trasversale, raccontino una identità culturale europea.